lunedì 20 aprile 2015

vediamo come scrivere il bootloader su un Atmega328 vergine

Se vi si "brucia" l'Arduino Uno o dopo aver realizzato il vostro arduino standalone, vi capiterà di dover scrivere il bootloader per far funzionare i vostri nuovi Atmega328.
Infatti non tutti i chip vengono venduti con il bootloader già scritto, cosa necessaria per poter caricare gli sketch dall'Ide di Arduino che altrimenti vi darà errore.

Per prima cosa prendere il vostro Arduino Uno e aprite lo sketch di esempio ArduinoISP
Caricate lo sketch nel vostro Arduino.
adesso  possiamo  andare a scrivere il bootloader sul nostro Atmega328 verginein questo modo:

Prendere il vostro Arduino Uno, un Atmega328, una breadbord, una resistenza da 10k, un quarzo da 16Mhz, due condensatori da 18pf -22 pf e un pò di fili colorati per i  collegamenti.


Eseguite questo schema di collegamento,collegate l'arduino al pc tramite il cavo usb e aprite il programma
Impostate il programmatore come "Arduino as ISP" come mostrato qui


Adesso selezionate scrivi bootloader come mostra il passo successivo


Attendete il lampeggiamento dei  led dell'Arduino a conferma dell'avvenuta scrittura,ora avete finito e poi avrete finalmente il votro Atmega328 pronto a ricevere i vostri sketch!

domenica 7 luglio 2013

AIUTIAMO IL COMPUTER A RAFFREDDARSI

Ma lo sapevate che se il computer (specialmente il notebook) se ben raffreddato va molto meglio e va anche piu veloce!
Esistono dei supporti con ventola incorporata che messi sotto al pc lo sostengono e lo raffreddano consentendogli di lavorare molto meglio.

qui di seguito vi posto un link per vederne alcuni abbastanza validi soprattutto quelli di microsoft

http://ivansat.com/index.php?id_category=363&controller=category


un esempio ----------



IL CARICABATTERIE INNOVATIVO

Oggi vi voglio segnalare questo caricabatterie innovativo che oltre a ricaricare le solite batterie ricaricabili ,vi permette di ricaricare anche le batterie normali, cioè le alkaline:duracel.energizer,philips, phanasonic ecc........

è un prodotto eccezionale, pensate a quanto vi può far risparmiare!!!

Inoltre non butterete piu cosi tante pile nell'immondizia salvaguardando di piu l'ambiente

Secondo mè è un caricabatterie molto valido e ve ne sono tre versioni:
1 alimentata a 220v e carica 4 pile alla volta in 4 ore
2 alimentata usb da collegare ad un computer o in auto sepre con  
quattro posti di ricarica
3 sempre con usb ma a 2 posti di ricarica.

tutti e tre ricaricano in circa 4 ore

voi cosa ne pensate di questo oggetto?

Se mai lo volete vedere o acquistare questo è il link
http://ivansat.com/index.php?id_category=129&controller=category


domenica 19 maggio 2013

CONSIGLI UTILI PER GLI HOBBISTI DI ELETTRONICA


Misurare la resistenza elettrica
In questa breve lezione vedremo:
§  cosa vuol dire resistenza
§  cosa è un resistore
Cosa è la resistenza?
La resistenza è l’opposizione al flusso di corrente e il componente chiamato RESISTORE è progettato per questo scopo. I resistori possono essere di molte forme e dimensioni, alcuni hanno un valore fisso ed altri sono variabili. L’immagine mostra i più comuni resistori che potete trovare in un laboratorio di elettronica.

Unità di misura
L’ohm è l’unità di misura della resistenza e la sua unità di misura è indicata con la lettera greca Ω (omega).
Il valore della resistenza di un circuito elettronico può variare da frazioni di ohm a molti milioni di ohm.
Utilizzeremo 
multipli e sottompultipli per indicare il valore di resistenza e quindi ad esempio:
§  1 Kilohm = 1000 ohm
§  1 Megaohm = 1000000 ohm
Ohm, Kilohm, Megaohm sono in genere abbreviati per questioni di praticità e quindi useremo la seguente notazione:
§  ohm = Ω
§  Kilohm = KΩ
§  Megaohm = MΩ
Alcuni esempi:
§  15 ohm = 15 Ω
§  2.200 ohm = 2,2 kΩ
§  47.000 ohm = 47 KΩ
§  30.000 ohm = 30 KΩ
§  2.700.000 ohm = 2,7 MΩ
Codice colore delle resistenze
Sul resistore le bande colorate indicano il valore di resistenza.
Fate riferimento al seguente schema per identificare il valore della resistenza:

In laboratorio opererete con resistori che possono avere 4 o 5 bande colorate.
L’immagine che segue mostra una resistenza di  1KΩ con il ±5% di tolleranza.

Resistore con valore di resistenza di 1KΩ con il ±5% di tolleranza

Nuovo negozio E-Commerce


VISITA IL NUOVO NEGOZIO E-COMMERCE DI ELETTRONICA!!!




PER INFORMAZIONI NON ESITARE A CONTATTARCI